Racconto per bambini - temporale

Nell'era della televisione, dei computer, dei servizi di streaming e degli smartphone, le cose importanti vengono talvolta trascurate. Ciò include la lettura di un buon libro. Tuttavia, uno studio della Reading Foundation mostra quanto sia importante la lettura. E lo studio giunge a una conclusione chiara: la lettura ad alta voce promuove il desiderio e la disponibilità a leggere.

Racconto per bambini - temporale

Prima si leggono i bambini, meglio è. E solo chi sa leggere può anche partecipare alla società e ai media e capire le cose. Divertiti a leggere il nostro racconto sul tema "Paura dei temporali":


La tempesta

Un forte rumore destò Manuel dal suo sonno tranquillo. “Cos'è stato?” Chiese, scioccato, sebbene fosse l'unica persona nella stanza. Si strofinò assonnato gli occhi stanchi. "Suonava come un tuono", disse Manuel e si sedette sul bordo del letto, preoccupato.

Comportamento corretto durante i temporali
Paura di un temporale - © Andreas Neßlinger / Adobe Stock

Manuel aveva molta paura dei temporali, perché il forte rombo del tuono e lo splendore dei fulmini sono sempre stati un motivo per lui di avere paura. Manuel si avvicinò lentamente alla finestra e scostò le tende per guardare fuori. Manuel non vedeva altro che l'oscurità. L'acquario, che si trovava su un piccolo armadio nella sua stanza, era l'unica fonte di luce che illuminava un po 'la stanza.

“Forse ho sbagliato anch'io. Sembra essere molto calmo. Non riesco a sentire i tuoni e non riesco nemmeno a vedere i fulmini. ”Manuel tirò indietro le tende e stava per sdraiarsi nel suo letto quando si udì un altro forte tuono. Manuel fece una smorfia e si tirò le coperte sulla testa. Non aveva torto. Questo fu l'inizio di un temporale.

Manuel strisciò sotto la coperta e non osò uscire. Per minuti rimase sotto le coperte, dove si sentiva al sicuro. Poi, dopo un po', osò mettere da parte le coperte, sentendosi stupido. “È solo un temporale. Ho 11 anni. Non ho paura di un temporale ", ha detto Manuel, cercando di calmarsi un po', cosa che a quanto pare all'inizio è riuscita. Manuel si alzò di nuovo e guardò fuori dalla finestra quando improvvisamente un lampo illuminò il paesaggio, permettendo a Manuel di vedere l'intera vallata. Rimase lì pietrificato e cominciò a tremare leggermente. "Solo un temporale," balbettò piano ea malapena udibile.

La mattina dopo suonò la sveglia di Manuel, ma quella mattina la sveglia era disoccupata perché Manuel era già sveglio. Non aveva chiuso gli occhi tutta la notte perché il temporale aveva fatto sì che non riuscisse a dormire. Manuel era completamente esausto. Non aveva nemmeno la forza di sedersi.

Per fortuna era il fine settimana, quindi Manuel non doveva andare a scuola. Tuttavia, era abituato ad alzarsi presto nei fine settimana. Tuttavia, quel giorno fu molto difficile per lui. Il suo corpo era segnato dalla notte insonne. "Stupido temporale", imprecò Manuel. Manuel sentiva le gocce di pioggia battere contro la finestra. Il temporale si era attenuato durante la notte, ma continuava a piovere. Manuel si esortò ad alzarsi dal letto. Dopotutto, non poteva stare a letto tutto il giorno.

Manuel andò in cucina, dove incontrò sua madre. "Hai un aspetto terribile. Non hai dormito bene? ”Sua madre ha chiesto quando ha visto gli occhi stanchi di Manuel. "No, per niente. Quel temporale mi ha tenuto sveglio tutta la notte. Non riuscivo a dormire. Avevo... ”Manuel considerò se doveva finire la frase. "Cos'hai?" Chiese sua madre incuriosita. "Temevo. Lo ammetto. ”“ Prima del temporale? ”Sua madre voleva sapere. "Sì," ammise Manuel, leggermente imbarazzato.

Era un po' imbarazzato a parlarne. «Perché non hai detto niente?» «Cosa avrei dovuto dire?» «Be', avresti potuto parlarne con me o tuo padre.» «Era notte fonda. Non volevo svegliarti. Mi sono anche detto che un temporale non è poi così male. Poi sono tornato a letto, ho chiuso gli occhi e ho cercato di addormentarmi.

Purtroppo non sono riuscito ad addormentarmi. Invece sono stata sveglia tutta la notte e ora sono davvero stanca. Vorrei andare a dormire ora. ”“ Quindi sdraiati un po '. Chiaramente ti manca il sonno. Puoi dirlo guardandolo. ”“ Penso che non sarebbe sbagliato dormire un po' di più. ”“ Ecco come la vedo io. Allora posso svegliarti così non dormi troppo tutto il giorno. Dopotutto, non vuoi che il tuo ritmo del sonno venga confuso.

Torna in camera e dormi un po'. ”“ Okay. ”“ Dormi bene. ”“ Grazie. ”Manuel seguì il consiglio di sua madre e si sdraiò nel suo letto per recuperare il sonno perso.

La pioggia però non si è fermata. Era una giornata estremamente piovosa e dopo poche ore è apparso un nuovo temporale. Tornarono i tuoni e i fulmini e Manuel fu destato dal sonno. Guardò la sua sveglia e si rese conto di aver dormito alcune ore.

Ma ora che erano tornati tuoni e fulmini, gli era difficile riaddormentarsi. Dato che era giorno, Manuel non era così spaventato. Sarebbe stato più difficile per lui far fronte al temporale durante la notte. Durante il giorno la paura del temporale non era così grande. Poiché Manuel non riusciva più ad addormentarsi, andò in soggiorno. Lì sua madre era seduta sul divano. Sul tavolo davanti a lei c'erano diversi fogli di carta e varie penne.

Alla madre di Manuel piaceva dipingere ed era piuttosto talentuosa. “Ah, sei di nuovo sveglio. Ti avrei svegliato presto comunque. Hai dormito bene? ”Chiese la madre di Manuel. "Sì lui ha. Mi sento già meglio. Ma il temporale mi ha svegliato. Sono rimasto scioccato quando ho sentito il forte tuono".

Ci fu un breve silenzio. “Cosa ci fai lì?” chiese infine Manuel a sua madre. "Dipingo un po'", rispose brevemente la madre. “E cosa stai dipingendo?” “Un paesaggio.” Manuel guardò il quadro che stava dipingendo sua madre. “Sì, un paesaggio. C'è anche un lampo da vedere. Inoltre, sta piovendo. ”“ Giusto. Voglio mostrare un temporale nella foto. Cosa intendi? Sono riuscito finora nella foto? ”Chiese la madre. "Penso di sì", ha risposto Manuel, che pensava davvero che l'immagine fosse fantastica.

"Il temporale non sembra così male nella foto", ha detto Manuel. “Il tuono è forte e il fulmine è abbastanza luminoso, ma a volte è il tempo. Ad un certo punto ogni temporale è finito. Anche questo ”, ha spiegato la madre di Manuel. Manuel guardò fuori dalla finestra e fu sorpreso.

Il temporale era finito. La pioggia era cessata. I primi raggi del sole si fecero strada tra le nuvole grigio scuro e illuminarono il paesaggio. "È meraviglioso", ha detto Manuel, stupito. Sua madre era in piedi accanto a lui. “Sì, lo è davvero. Se non ci fossero i temporali, ci verrebbe negato questo bellissimo spettacolo".

“Puoi dipingere anche tu un quadro di questo paesaggio?” chiese Manuel. "Non lo so. Dovrei? ”" Beh, assolutamente ", chiese il ragazzo. “Ma solo se dipingi con me.” “Non posso dipingere bene come te.” “Non importa,” disse sua madre. “Allora puoi usare oggi per esercitarti su qualcosa.” “Va bene, dove sono le penne?” Chiese Manuel ei due si sedettero sul divano, da dove avevano una splendida visuale della finestra e potevano vedere il paesaggio.

Manuell prese con entusiasmo le matite e afferrò un foglio di carta per dipingere il paesaggio. Aveva già dimenticato il temporale e la notte insonne. Era felice di poter passare un po 'di tempo con sua madre adesso. Insieme hanno trascorso la giornata a dipingere due quadri di splendidi paesaggi.

 

Scarica gratuitamente il racconto "Paura del temporale" in formato PDF

 


Troverai molte pagine da colorare gratuite con disegni a misura di bambino per ragazzi e ragazze. Accompagnato da modelli artigianali, puzzle a misura di bambino, modelli per esercizi di aritmetica, idee di gioco e un portale genitori per i genitori. Le pagine da colorare sono adatte ai bambini dalla scuola materna alla scuola elementare. Perché colorare le immagini favorisce la coordinazione occhio-mano, le capacità motorie grossolane e fini, la creatività, il carattere tipografico e lascia molta libertà all'immaginazione dei bambini. E la nostra moltitudine di motivi aumenta la motivazione di ogni bambino a voler passare il tempo con la colorazione.

Hai domande, suggerimenti, critiche o hai trovato un bug? Ti manca un argomento su cui dovremmo riportare o un'immagine da colorare che dovremmo creare? Non esitate a contattarci!


pubblicità

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * evidenziato.