Scuole Montessori | Educazione scolastica

"Aiutami a farlo da solo", il concetto di Montessori - La pedagogia Montessori risale al pedagogo e alla dottoressa Maria Montessori. Questo 1870 è nato in Italia e proveniva da una buona borghesia.

Il concetto Montessori

Cristiana educata e ben viaggiata, era particolarmente impegnata per i diritti delle donne e per i diritti personali. Ha lavorato in un ospedale con bambini con handicap mentali, ma ha scoperto che erano abbastanza disposti ad apprendere e a ricevere, ma finora mancava il concetto giusto.

Puzzle di Montessori in età prescolare
Il concetto Montessori

Maria Montessori ha sviluppato un materiale sensoriale specifico per questi bambini per aiutare i bambini a svilupparsi. Sulla base di questo, la pedagogia Montessori si è sviluppata nel corso degli anni. L'idea di base dell'intera pedagogia è il ben noto principio guida: aiutami a farlo da solo!

Cosa c'è dietro la pedagogia Montessori?

La pedagogia Montessori pone il bambino al centro dell'educazione, il bambino è un capomastro e la motivazione sotto forma di ricompensa e la punizione non è affatto necessaria. I bambini, secondo i seguaci di Montessori, vorrebbero imparare da soli ed essere internamente motivati, poiché l'idea di inserirsi nel mondo degli adulti è decisiva.

Sulla base di questi presupposti, le scuole Montessori insegnano molto lavoro libero e lezioni aperte. Le lezioni danno alla stanza del bambino di sperimentare e acquisire esperienza. Il bambino con i suoi talenti è in primo piano, determina il proprio ritmo di apprendimento e si sviluppa secondo il proprio ritmo. Piuttosto, è solo istruito a imitare le cose.

Ad esempio, negli asili Montessori, i bambini sono motivati ​​a preparare il tavolo osservando più e più volte ea un certo punto cercando di aiutare se stessi.

Imparare con tutti i sensi - il feltro 1000 alla Montessori

La pedagogia Montessori divide lo sviluppo del bambino in tre fasi. Il primo stadio dell'infanzia (0-6 anni), il secondo stadio dell'infanzia (8-12 anni) e l'adolescenza (12-18 anni). In tutte e tre le fasi i sensi svolgono un ruolo significativo, perché i bambini hanno una naturale spinta a gustare, toccare e annusare tutto.

La comprensione in senso letterale è un'idea di base nelle scuole e negli asili della Montessori. L'apprendimento sarebbe fatto meglio attraverso i sensi piuttosto che l'astratto, quindi l'apprendimento sarebbe meglio, ad esempio i sostenitori. Attraverso questa enfasi sui sensi, si è sviluppato lo speciale materiale di apprendimento. In matematica, per esempio, le collane di perle sono usate per rendere i numeri comprensibili, cioè tangibili. I blocchi di perle con pezzi 1000 simboleggiano numeri più alti e consentono al bambino di immaginare meglio le taglie, non solo nella testa, ma anche in feltro.

Scuole Montessori e scuole materne in Germania

In Germania, gli 600 Day Care Center lavorano secondo il concetto di Maria Montessori. All'inizio di 2013 c'erano le scuole elementari 225 e le scuole secondarie 156 che seguono questi principi. Le scuole sono per lo più di proprietà privata e mettono lo sviluppo del bambino al centro dei loro obiettivi.

La maggior parte dei critici considera problematica la transizione da una scuola elementare Montessori a una scuola secondaria. Tuttavia, è stato dimostrato in passato che i bambini non hanno alcuna difficoltà. I contenuti del curriculum non differiscono da quelli di una scuola normale, ma il percorso è cruciale, come fa il bambino a imparare questo contenuto.

Lavoro libero, scelta del partner, lavoro di gruppo, insegnamento aperto con molte opportunità di movimento, tempismo proprio sono solo alcuni degli aspetti che entrano in gioco nelle scuole Montessori. In definitiva, il bambino beneficia di queste misure perché impara a lavorare in modo indipendente.

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con * evidenziato.